Project Description

Michela T.

È possibile VINCERE ed arrivare al traguardo della Maratona di Londra. Mai mi sarei aspettata di vivere un esperienza così intensa e indimenticabile che ricorderò per tutta la vita. Durante la corsa emozionata ho rivissuto la gioia il dolore la paura tutto ciò che vivi quotidianamente arrivando fino al limite delle tue forze per poi accorgerti che dove non arriva il corpo arriva il cuore. E così é andata la
mia corsa con la paura di non farcela perché sono caduta vicino all’arrivo ma grazie alle mie compagne mi sono rialzata per arrivare al traguardo. Come avevo già scritto da soli siamo forti ma senza la mia squadra non sarei arrivata, noi insieme all’aiuto delle persone che ci vogliono bene abbiamo sempre la forza di rialzarsi.

É possibile guarire….é possibile imparare dalla malattia cadere per poi rialzarsi…..piangere a dirotto e poi piangere di gioia……superare la chemioterapia la  nausea ……riscoprirsi diversa………Rinascere.

Si rispondo ora. Tutto é possibile nella vita. Con il terrore negli occhi e quasi paralizzata dalla paura ho scoperto di avere un tumore al seno (già la parola stessa tumore tu muori ha il suo perché) nel luglio 2014 avevo una bimba di 6 anni e forse, a posteriori dico un po’ di forza coraggio e autostima in meno.

Io Michela non sapevo cosa fare dove andare chi ascoltare….. mi sono affidata alla mia famiglia e ai miei Angeli persone Speciali che mi hanno seguito con tanto Amore l’unica cosa che ti fa veramente superare tutto. Approdata allo Iov ho fatto tutte le terapie rimboccandomi le maniche mi sono detta ce la farò e ne uscirò meglio di prima. Così é stato.

Cercai di superare tutte le chemio leggendo e documentandomi su cosa facesse bene a me mi sono presa veramente cura di me stessa mettendo prima di tutto la mia salute interna ed esterna.

Il momento più doloroso lo ricordo ancora come se fosse ieri:  quando ho perso i capelli, anche se in realtà tutti mi dicevano che stavo bene così con la rapata  io mi sentivo nuda, svuotata della mia femminilità,diversa ma unica perchè poi ciò che conta é invisibile agli occhi.

Il momento più bello avercela fatta a guarire prima del tempo prestabilito: un successo. In tutto questo un ruolo centrale ha avuto lo sport che io amo e che amerò sempre. Per questo ho trovato questo progetto stupendo RUN FOR IOV correre una maratona è la metafora della vita lunga a volte difficile piena di sorprese ma pur sempre da CORRERE fino all’ultimo respiro.

Michela T.