RUN FOR IOV
Donne in corsa contro il tumore al seno
NEW YORK 2016 – VALENCIA 2017 – LONDRA 2018 – …

“RUN FOR IOV”, il progetto – organizzato da RYLA, con il patrocinio, collaborazione e coordinamento dell’Istituto Oncologico Veneto I.R.C.C.S., la collaborazione dell’UOC Medicina dello Sport e dell’Esercizio Azienda Ospedaliera di Padova e da quest’anno con il patrocinio anche della Rete Oncologica Veneta.

Il progetto nasce su iniziativa di Sandra Callegarin, una paziente dell’Istituto Oncologico Veneto di Padova, che durante il suo percorso di cura scopre nella corsa uno sprone, una fonte di energia per combattere il tumore; terminate le cure decide di condividere la sua esperienza di malattia e di corsa e di tradurla in un progetto da realizzare insieme all’Istituto Oncologico Veneto IOV di Padova che l’ha curata. Costituisce con il marito la Onlus Run Your Life Again – RYLA e insieme allo IOV decide di radunare una squadra di donne operate di tumore al seno e una rappresentanza del personale medico/infermieristico dell’Istituto Oncologico Veneto IOV che le ha seguite, insieme alle quali affrontare, dopo la sfida della malattia, quella di correre la Maratona di New York 2016.

MISSION

STRUTTURA DEL PROGETTO

PATROCINI

MISSION

Prevenire/informare

Il progetto costituisce un’occasione per accrescere il radicamento dello IOV a livello locale e nazionale, informando i cittadini sia sul valore della prevenzione nella lotta alle patologie oncologiche, sia sull’importanza di sostenere la ricerca sul cancro. Nel percorso di cura postoperatorio, l’atteggiamento positivo, una corretta alimentazione ed una costante attività fisica sono un aiuto molto efficace, sia per contrastare il rischio di recidive della malattia, sia per contrastare gli effetti collaterali delle terapie, influendo quindi in modo positivo sulla qualità della vita nel “dopo” tumore.

Riabilitazione psicofisica delle pazienti di tumore al seno attraverso la corsa

Per le pazienti di tumore al seno allenarsi ed arrivare a correre una vera maratona diventa una autentica forma di riabilitazione grazie al sentirsi parte di una squadra insieme a rappresentanti del personale medico e infermieristico dello IOV che le ha curate. La corsa le aiuta a credere nuovamente nel loro corpo che diventa lo strumento per il loro obiettivo, dà loro il coraggio di proiettare nuovamente verso il futuro l’orizzonte temporale che dopo la malattia si ha tanta paura di spostare.
In questo modo si diffonde un messaggio di speranza e di incoraggiamento per le pazienti di oggi, che fa vedere una luce in fondo al tunnel della malattia a quelle donne che in quel tunnel sono ancora.
Si dimostra che, dopo un tumore al seno è possibile, una volta concluse le terapie, riprendere a correre la propria vita!
La presenza nella squadra dei medici, accanto alle ex pazienti, sta a simboleggiare l’alleanza tra di loro nel comune obiettivo.

Raccogliere fondi per la ricerca sul cancro al seno

La realizzazione del progetto viene finanziata, con erogazioni di coloro che assumono il ruolo di principali Sostenitori (per info runyourlifeagain@gmail.com), cui si affiancano poi, nell’ambito della collegata campagna di raccolta fondi, sia donazioni dirette da parte di sostenitori privati, società, enti non commerciali, sia donazioni on line sulla piattaforma di crowdfunding www.retedeldono.it.
La raccolta complessiva, al netto delle spese del progetto (sostanzialmente spese di trasferta e materiali, che sono oggetto di rendicontazione), viene devoluto all’Istituto Oncologico Veneto per la ricerca e cura del tumore al seno.
Nel complesso, il ricavato delle due edizioni del progetto che RYLA onlus ha devoluto allo IOV, ammonta a più di € 100.000.

0
ricavato 1° Edizione
0
ricavato 2° Edizione

NON CI FERMIAMO QUI!
DONA ORA PER SOSTENERE LA LOTTA AL TUMORE AL SENO!

STRUTTURA DEL PROGETTO

Formazione della squadra

La formazione della squadra, avviene, attraverso una valutazione multidisciplinare basata su criteri medici – a cura del medico sportivo di riferimento dell’UOC Medicina dello Sport e dell’Esercizio Azienda Ospedaliera di Padova e di un medico IOV, volto ad accertare la salute fisica e l’idoneità all’attività sportiva agonistica della candidata – psicologici – a cura della psiconcologa della Breast Unit dello IOV – motivazionali – a cura di Ryla onlus che organizza il progetto. L’individuazione del personale medico/ infermieristico dello IOV viene effettuata invece dal team allenatrice/medico sportivo, insieme a Ryla onlus.
Non viene richiesta alcuna pregressa esperienza di corsa, anzi viene data precedenza a chi non ne ha.

Un team medico-sportivo di guida

L’allenamento sportivo per le prime due edizioni è stato curato dall’associazione sportiva Spak4 Padova con gli allenatori Antonino Calabrò e Stefano Zanellato.

A partire da questa 3° edizione il team che si occuperà di allenare e seguire la squadra sarà diretto dall’UOC Medicina dello Sport e dell’esercizio dell’Azienda ospedaliera Università di Padova; accanto al medico dello sport di riferimento, vi sarà una allenatrice professionista di Assindustria Padova, Chiara Arrigoni, che fornirà anche la preparazione atletica funzionale alla corsa. Vi sarà inoltre l’affiancamento di laureandi in medicina dello sport e scienze motorie che collaboreranno anche in relazione alla raccolta dei dati necessari agli studi scientifici che verranno effettuati.

Il training

Sono previsti come base minima, tre allenamenti a settimana di cui uno di squadra, in campo sportivo e due in autogestione, nel rispetto di apposite tabelle personalizzate elaborate dal team medico sportivo in funzione delle caratteristiche delle runners.
Nel corso di progetto, in relazione all’avanzamento dell’allenamento vi è la partecipazione a gare competitive e non di 5, 10, 15, 21 km.
Il calendario viene stilato mano a mano che la preparazione procede, da Ryla ed il team medico sportivo della squadra.

Un supporto medico

Durante il periodo di preparazione, le partecipanti hanno il supporto dell’UOC Medicina dello Sport e anche, alla luce della loro “particolarità”, di un medico interno allo IOV, dallo stesso individuato, e del medico nutrizionista.

Studio medico scientifico

Per tutta la durata dell’allenamento, fino alle Maratone e successivamente per un periodo prestabilito, le squadre sono oggetto di studi medici in diversi ambiti, seppur collegati, da un lato a cura della psiconcologa della Breast Unit IOV, in prosecuzione di quanto già effettuato in occasione delle due precedenti edizioni del progetto e dall’altro a cura del medico sportivo dell’UOC Medicina dello Sport e dell’Esercizio che segue la squadra, e dello IOV con le modalità e negli ambiti dagli stessi individuati.

NON CI FERMIAMO QUI!
DONA ORA PER SOSTENERE LA LOTTA AL TUMORE AL SENO!

PATROCINI

Il progetto ha il patrocinio di:
– Istituto Oncologico Veneto IOV I.R.C.C.S.
– Rete Oncologica Veneta ROV
Ed è in presentazione la richiesta anche all’
– UOC di Medicina dello Sport e dell’Esercizio dell’Azienda Ospedaliera di Padova

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai le ultime novità direttamente sulla tua mailbox!